An Insignificant Man

Regia:
  • Khushboo Ranka
  • Vinay Shukla
  • India
- 2016 - 98'
Lingua: Hindi e inglese - Sottotitoli: Italiani
Anteprima: Italiana

SINOSSI

La primavera araba, Occupy e le manifestazioni europee contro l’austerità hanno trovato in India un’eco nel movimento anti-corruzione. New Delhi è diventata l’epicentro della tumultuosa indignazione contro la classe politica indiana, e un improbabile protagonista si è trovato al centro della scena: il funzionario ribelle Arvind Kejriwal, leader del Partito dell’Uomo Comune (AAP), la più giovane forza politica del paese. Il film mette a nudo la strategia del partito e le sue debolezze e divisioni, mentre all’esterno affronta critiche, minacce e campagne diffamatorie. Un teso thriller politico che nello spettatore italiano non potrà non evocare parallelismi sorprendenti con la parabola del Movimento 5 Stelle.

Festival:
  • Toronto
  • IDFA
  • CPH:DOX
  • London
  • Busan
  • Hong Kong
  • Full Frame
  • Sheffield

LINK

Sito ufficiale

Pagina Facebook


DICHIARAZIONE DEL REGISTA

«Molto è stato detto e scritto in India sul Partito dell’Uomo Comune (AAP) e c’è un flusso costante di notizie che lo riguarda. Noi volevamo tentare uno studio più approfondito delle caratteristiche di questo nuovo movimento, che diventasse anche una meditazione sui processi democratici. Volevamo osservare e comprendere, non solo rivelare informazioni. Non cerchiamo ne di celebrare i nostri soggetti per le loro proteste e prese di posizione, ne di denigrarli per la loro attività politica. Eppure la vicenda ha naturalmente assunto un arco narrativo classico: in questa tipica storia dell’affermazione di un perdente, il nostro protagonista, il fondatore e leader del partito Arvind Kejriwal, ne emerge come un eroe imperfetto, una straordinaria persona qualunque che però vuole ottenere troppo e troppo in fretta. Pur mantenendo rigore e accuratezza, è il genere del thriller politico quello che ha finito per ispirare le scelte stilistiche e la struttura del film. Così nella nostra storia dell’AAP l’altro protagonista principale sono gli elettori, che investiti del potere attribuitogli dalle elezioni spesso finiscono per negoziare il loro voto con i possibili candidati. Il Partito dell’Uomo Comune è diventato per noi un veicolo per analizzare le politiche elettorali: come Syriza in Grecia o la campagna di Obama negli USA, anche il Partito dell’Uomo Comune in India tenta di tenersi in equilibrio tra speranza e pragmatismo, tra idealismo e politica». Khushboo Ranka e Vinay Shukla

IMMAGINI


PROIEZIONI

settembre, 2017

X